Come “catturare” i clienti stranieri per la tua struttura

I clienti stranieri sono quelli più ambiti in quanto sono quelli che spendono di più e prenotano per più notti. Ma per poterli avere ospiti della tua struttura le cose fondamentali sono:

  • il sito web in lingua straniera
  • i prezzi delle camere nella valuta straniera
  • qualcuno che sappia parlare le lingue in struttura
  • materiale in lingua da predisporre in struttura (brochure, guide sulla città, informazioni per muoversi)

Ma quali lingue scegliere? Prima di investire sulla traduzione in più lingue, controlla il traffico straniero in entrata sul sito da Google Analytics e la nazionalità delle prenotazioni che provengono da Booking o da altri canali, come ad esempio Facebook, per avere un’idea di quale possa essere la lingua sulla quale puntare, almeno inizialmente. Concentrati pertanto sulle lingue che portano più visite e conversioni. Facebook ti consente, inoltre, di creare dei post in multilingua sulla pagina della struttura, prendi l’abitudine di farlo tutte le volte almeno per l’italiano e l’inglese.

Tieni presente che per l’ottimizzazione del sito in lingua, dovrai selezionare le parole chiave per ogni lingua straniera. Mettiti in contatto con influencer e blogger stranieri per recensioni nella lingua scelta, magari in cambio di un pernottamento gratuito in struttura, si tratta infatti di una strategia molto efficace e apprezzata che potrebbe aumentare il traffico da parte di viaggiatori internazionali.

Per quanto riguarda la valuta, ci sono diversi Booking Engine che offrono il servizio di conversione automatica delle tariffe, una volta impostata la lingua: questo potrebbe aiutare nel processo di prenotazione da parte di un utente straniero.

Inserisci, inoltre, la struttura sui maggiori portali utilizzati dal pubblico straniero (es. Expedia e Yelp per i turisti americani) inserendo le parole chiave di ricerca nella lingua di riferimento nei metadati.

Ma soprattutto bisogna essere consapevoli che ogni mercato ha cultura e tradizioni diverse e di conseguenza abitudini e richieste di servizi di ospitalità diversi. Una volta che il cliente russo, tedesco, cinese o giapponese arriva presso la tua struttura come lo accoglierai? Non dare per scontato che un russo sappia parlare l’inglese, soprattutto quando ha una certa età. Quindi prima di decidere di promuoverti ad un mercato straniero, valuta bene questi aspetti.

Richiedi una Consulenza Gratuita per il tuo B&B

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + quindici =