Come impostare un piano di marketing per il tuo B&B

Quali sono gli obiettivi che voglio raggiungere?

  • Vuoi vendere di più? Sì, ma quanto di più?  E in quanto tempo lo vuoi vendere?
  • Vuoi disintermediare dalle OTA?
  • Vuoi raggiungere nuovi mercati all’estero, per esempio?
  • Vuoi vendere servizi accessori (utilizzo piscina? colazione?)
  • Vuoi fidelizzare i clienti?

Definiti gli obiettivi, bisogna applicare la Strategia

  • Costruisci l’immagine del tuo B&B, strumento di marketing fondamentale. Un’immagine semplice e chiara da interpretare. Come? Analizza il luogo che vuoi vendere, ascolta i tuoi clienti e cerca di capire quali sono le loro opinioni sul luogo, ci deve essere coerenza tra ciò che crei come immagine e quello che i tuoi clienti percepiscono.
  • Studia la concorrenza per capire come ritagliarti la tua nicchia nel mercato. Cosa puoi fare per migliorarti? Cosa offri che gli altri non hanno? Ti aiuterà molto leggere le recensioni per capire i punti di forza e di debolezza.
  • Costruisci il sito web tenendo conto del tuo target e dell’immagine del B&B. Cosa compra? Il luogo o l’immagine di quel luogo?
  • Costruisci un blog legato al sito e scrivi articoli dedicati al tuo target, da condividere anche sui profili social
  • Imposta delle partnership o convenzioni con ristoranti, fiere, attrazioni locali, ecc.
  • Inserisci servizi aggiuntivi a pagamento da offrire ai tuoi ospiti (up-selling e cross-selling)

Definita la Strategia, passo agli Strumenti

  • Attività SEO
  • Attività Social
  • Campagne Adwords
  • Email Marketing
  • OTA
  • Gestione delle recensioni
  • Booking Engine

Infine, conto i Risultati

Molto importanti per capire se:

  1. l’obiettivo è stato raggiunto
  2. come fissare un ulteriore obiettivo

Quali sono le metriche che devi considerare per capire se la strategia sta funzionando

  • Tariffa media giornaliera: il prezzo medio che un ospite paga per soggiornare nella tua struttura. Devi considerare i seguenti fattori: la posizione (è al centro di una grande città, vicino alle spiagge, o in un luogo che attrae lavoratori business), i confort e servizi offerti (per servizi di lusso devi alzare le tariffe, ma definisci prima il target), le tariffe medie della concorrenza in zona (attenzione perché potresti perdere delle occasioni).
  • Il rapporto tra fatturato e numero di camere vendute per un determinato periodo
  • Tasso di occupazione in un determinato periodo
  • Costo marketing per ogni prenotazione, vi da un’idea di quelle che sono le spese per generare le conversioni dai vari canali e ottimizzare così i costi, eliminando quei canali che non massimizzano i profitti.
  • Apertura messaggi email (open rate): il grado di messaggi aperti, rispetto a quelli consegnati, può essere un parametro da tenere sotto occhio per capire quanto sei riconoscibile dal mittente e quanto risultano interessanti gli argomenti (rivedere titoli). Se il tasso è inferiore al 10% è insoddisfacente, se sopra il 30% è ottimo, una buona media è del 20%. Così anche il click sui collegamenti (click-through rate), le cancellazioni dalla newsletter, il bounce rate sono fattori che aiutano a valutare se la strategia sta funzionando o meno. Grazie a Google Analytics, se ben impostato, questi dati possono essere rilevati facilmente.

Se ti sono piaciuti i nostri consigli e hai bisogno di una consulenza per la definizione di un piano di marketing per la tua struttura, puoi contattarci senza impegno!

Richiedi una Consulenza per il tuo B&B

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 4 =