Cosa cambia dal 14 settembre se accetti i pagamenti on line per la tua struttura ricettiva?

A partire dal 14 settembre 2019 entrerà in vigore la Normativa Europea PSD2 che introduce la Strong Customer Authentication ovvero l’Autenticazione Forte o “a più fattori” dell’utente, una procedura di richiesta di requisiti di autenticazione più “ferrea” in caso di acquisti on line tramite carta di credito, per proteggere gli acquirenti da eventuali truffe. L’identità del cliente viene confermata tramite due fattori di autenticazione: password/pin, token generator/smartphone o impronta digitale/retina/riconoscimento vocale o facciale.

Cosa comporta la Strong Customer Authentication per una struttura ricettiva?

Le strutture, che ricevono prenotazioni on line con pagamento con carta di credito, sia direttamente da sito, tramite POS Virtuale, sia da altri portali di prenotazione, potrebbero avvertire il colpo. Questa novità potrebbe infatti mettere in seria difficoltà nel riscuotere i pagamenti da parte degli ospiti

In che modo?

  • Il pagamento con la carta non avviene sempre al momento della prenotazione, in genere c’è una fase di pre-autorizzazione e successivamente, in un secondo momento, il gestore autorizza il pagamento, ma questo potrebbe succedere mentre il cliente è già in viaggio, ad esempio, o alla guida o in volo o addirittura sta dormendo. Senza l’autenticazione forte, il pagamento potrà essere rifiutato.
  • la persona che prenota non sempre è il titolare della carta e quindi potrebbe non aver disponibili subito i dati per la doppia autenticazione

In quali casi non si applica la Strong Customer Authentication?

  • Per pagamenti di basso importo (inferiori a € 30). Tuttavia potrebbe essere richiesta, se l’esenzione è stata già utilizzata 5 volte dall’ultima autenticazione riuscita del titolare o se la somma dei pagamenti precedentemente esentati supera €100
  • L’utente potrebbe avvalersi, dopo aver effettuato una prima autenticazione a più fattori, della possibilità di autorizzare un’azienda, di cui si fida, ad effettuare pagamenti futuri. Queste attività saranno inserite in una lista di “beneficiari fidati” da parte della banca
  • Alcune compagnie per i pagamenti on line (es. Stripe) e alcune OTA hanno ottenuto delle esenzioni per “protocolli e processi di pagamento aziendali sicuri”, tra queste rientrano le transazioni MOTO (Mail Order and Telephone Orders), sarebbe a dire tutti quei tipi di pagamento per i quali i dati della carta vengono raccolti tramite mail o telefono.
  • Per le carte aziendali o virtuali la situazione non è ancora definita, ma potrebbero essere potenzialmente esenti.

Perché le Banche e le OTA non ne parlano?

Nel frattempo, le Banche non informano le attività che ricevono i pagamenti online sulle conseguenze di questa Normativa e tanto meno le OTA, che fanno passare la novità come un semplice aggiornamento sulla normativa dei pagamenti, non danno il giusto peso alla cosa.

Come affrontare la SCA se sei una struttura ricettiva?

Quello che ti proponiamo è di utilizzare tariffe non rimborsabili oppure, per evitare spiacevoli sorprese tipo No SHOW o Cancellazioni oltre i termini, di impostare una data, in anticipo rispetto alla data di arrivo, per il pagamento del saldo con addebito tramite Carta di Credito: esistono dei gestionali che richiedono l’autorizzazione automatica per i pagamenti tramite invio email all’ospite, provvisto di link per la conferma, come ad esempio BBPlanner, il gestionale per piccole strutture ricettive che consente di gestire i pagamenti on line tramite POS Virtuale.

Scopri cosa puoi fare con BBPlanner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 14 =