Google e i suoi strumenti, come utilizzarli per la tua struttura ricettiva

Mentre le pagine social Google Plus vengono cancellate – senza alcun impatto sulla pagina Google Business – altri strumenti di casa Google vengono rafforzati, come ad esempio, il metamotore di ricerca per Hotel, Google Hotel Search e Google Hotel Ads. Scopri come utilizzare i prodotti, che Google mette a disposizione, per la tua struttura ricettiva, grazie alle analisi che è capace di fare, in base alle ricerche dei clienti

Google My Business

E’ indispensabile, se hai un’attività, essere presente sulla mappa di Google. Attraverso la scheda di Google My Business potrai inserire tutte le informazioni al completo relative alla struttura: indirizzo, telefono, sito web, descrizione, categoria, ecc. Se la scheda è stata già creata, potrai sempre rivendicarla. Una volta rivendicata, troverai all’interno della Dashboard in homepage, il rendimento della scheda (sulla destra), con il numero di visualizzazioni, il numero di ricerche e le attività (visite al sito, chiamate, visualizzazione foto), le Statistiche (nel menù) con il numero di ricerche totali (dirette o tramite categoria, prodotto, servizio) o per brand, nell’ultimo mese, le query più cercate.

Google Hotel Search

Google Hotel Search è ora migliorato con altre funzioni (elenco strutture con recensioni, prezzi, servizi, posizione geografica) e accedendo da un sito dedicato https://www.google.com/travel/hotels
Potrebbe rappresentare una minaccia per le OTA (Booking, Expedia, ecc.) ma un vantaggio per le strutture. In che modo? Google Hotel Search prende le informazioni della struttura (foto, descrizioni, posizione, prezzo, ecc.), sia dalle fonti a pagamento sia da quelle organiche, per cui diventa molto importante, innanzitutto avere una scheda Google My Business, e poi curare i contenuti presenti sulla stessa scheda, sul sito web e sui siti di prenotazione in cui è presente. Quando gli utenti troveranno le informazioni su Google Hotel Search, se complete e di qualità, e avranno la possibilità di prenotare direttamente dal tuo sito (Booking Engine), non sentiranno l’esigenza di andare su altri portali come Booking, Airbnb, ecc.

Google Search Console

Una volta si chiamava Google Webmasters Tools, ma il funzionamento è rimasto lo stesso. Inserendo il link del sito della propria struttura, su questo strumento, si possono analizzare le parole chiave di ricerca che portano al sito e capire quindi per quali parole è ottimizzato o meno e su quali invece lavorare per migliorare il posizionamento.

Google Trend

Con Google Trend potrai vedere quanta ricerca c’è per alcune parole chiave, per un determinato periodo e in quali paesi e confrontare i risultati. Questo strumento può esserti d’aiuto nel caso in cui tu voglia ottimizzare delle pagine del sito o delle offerte (campagne Google Adwords).

Google Ads Keyword Planner

Prima di impostare delle campagne a pagamento su Google Ads, puoi utilizzare lo strumento di pianificazione delle parole chiave (Keyword Planner) per vedere quali sono le parole chiave più cercate e performanti. Puoi inserire fino a dieci parole chiave iniziali per la ricerca di nuove idee e vedere le tendenze per singole idee, quindi vedere la media delle ricerche mensili e se hanno concorrenza alta, media o bassa.

Google Hotel Ads

Google Hotel Ads è il servizio pubblicitario a pagamento riservato alle strutture ricettive che dispongono di Booking Engine partner di Google. Per avere maggiori informazioni sull’utilizzo, clicca qui.

Richiedi una Consulenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 10 =