Le novità del 2017 se vuoi promuovere il tuo B&B

Cosa devi sapere se vuoi migliorare la visibilità del tuo B&B quest’anno? Ecco le tendenze per la promozione on line delle piccole strutture ricettive. E quindi, cos’è che devi sapere per migliorare la visibilità del tuo B&B, d’ora in avanti?

  1. Impara a leggere i dati degli ospiti

    Con i tuoi strumenti a disposizione, sito web, sistemi di monitoraggio (Clicky, Google Analytics), booking engine, channel manager e gestionale puoi raccogliere i dati degli ospiti, archiviarli e analizzarli e creare delle offerte personalizzate, costruire un piano di digital marketing per raggiungere il giusto target, al momento giusto e sul giusto dispositivo per arrivare alla prenotazione. Questi dati si possono estrapolare sia da clienti passati che che da quelli che stanno pianificando una vacanza e serviranno per definire i target, le loro motivazioni, comportamenti e interessi.

  2. Se non hai un sito responsive e con un booking engine all’interno, sei fuori dal mercato

    Non è una novità: sempre più persone prenotano dai dispositivi mobili (circa il 53%). Se il sito del tuo B&B non è facilmente leggibile da smartphone o tablet e in più non ha un sistema di prenotazione diretto con controllo della disponibilità delle camere, rischi di perdere tantissimi soldi. Con il booking engine sul sito avrai la possibilità di promuovere dei servizi extra, tramite l’up-selling (cena, culla, piscina, cambio biancheria, ecc.).  Il sito, inoltre, deve emozionare ed essere composto da pochissime pagine, con immagini di qualità, belle ma veritiere e bottoni di invito all’azione di prenotazione ben in vista, in maniera tale da convertire più facilmente.

  3. Struttura i testi delle pagine o degli articoli in paragrafi con titoli che siano come domande a cui rispondere

    Sempre di più si utilizza la ricerca vocale da smartphone (55% teenager, 41% adulti) non solo per cercare percorsi, strade, attività, ma anche per effettuare ricerche su vari contenuti. Il tono diventa più colloquiale, più dettagliato e posto come una domanda. I tuoi testi pertanto dovranno riportare delle domande che possano riguardare richieste di informazioni sul territorio circostante, ad esempio, o eventi vicini e rispondere a quelle, per poter essere captati meglio da Google.

  4. Scegli un partner tecnologico che capisca bene il settore, la tua struttura e come aumentare le vendite dirette

    Diventa fondamentale stabilire una strategia di marketing coerente con un partner che sia focalizzato sull’aumento delle prenotazioni dirette, utilizzando vari strumenti di marketing e con esperienza nel settore turistico.

  5. Si viaggia per vivere nuove esperienze

    I nuovi viaggiatori, i cosiddetti “Millennials” vogliono provare nuove tipologie di vacanza e le strutture devono saper offrire degli elementi che non sono facilmente replicabili altrove. Personalizzazione è la parola chiave, ma anche ipersegmentazione e cioè trovare un microsegmento da presidiare: potresti puntare sul cicloturismo, o sul turismo legato al food vegano, o ancora al pet-friendly e al wedding. Importante è avere una definizione unica della propria struttura e differenziarsi con valore

  6. Cura la reputazione e la fidelizzazione

    – Usa la strategia del “wow effect”, stupisci in maniera positiva i tuoi ospiti e fidelizzali.
    – Invia offerte e pacchetti personalizzati via email ai vecchi ospiti, questo ti consente di aumentare le prenotazioni dirette a sfavore delle OTA.
    – Gestisci le relazioni con gli ospiti, questo può fare la differenza. Il Cliente diventa sempre più esigente e occorre pianificare gli strumenti per soddisfare i bisogni del mercato, nasce la necessità di trovare un modo per offrire un servizio coinvolgente per discostarsi dallo standard delle OTA.  Prova a capire e a conoscere meglio i tuoi ospiti per proporre delle esperienze personalizzate.
    – Invia delle email di richiesta di valutazione, l’algoritmo del ranking su Tripadvisor, come tutti ormai sanno, dipende dalla qualità, dall’attualità e dalla quantità di recensioni che si ricevono. Ancor meglio, richiedere di inserire le recensioni all’interno del proprio sito: questo non fa che aumentare il posizionamento seo del sito e, tramite i rich snippet all’interno della pagina, possono aumentare del 17% le prenotazioni dirette. Le recensioni ti aiutano inoltre a capire il “sentiment” dell’ospite nei confronti della struttura, i suoi punti di forza e debolezza, attraverso l’analisi semantica delle parole che ricorrono di più.

  7. Meglio Airbnb di Booking

    Airbnb è un modello di business più equo (3% ai B&B e 3% ai viaggiatori) rispetto a Booking (15-17%), che con Pulse riduce ulteriormente la tua marginalità, inoltre Airbnb fa leva su una navigazione basata sull’emozione e la personalizzazione.

  8. Vince chi fa squadra

    In futuro, per poter competere con gli OTA sarà indispensabile unirsi in forme di aggregazione imprenditoriale per avere più potere contrattuale e migliorare la qualità dei servizi dell’offerta turistica.

  9. Metasearch come strumento di disintermediazione

    Devono essere visti come gli e-commerce dei B&B, un ottimo strumento di vendita: con un buon booking engine sul tuo sito, potrai personalizzare e creare delle offerte ad hoc, in base ai canali di provenienza delle prenotazioni. Trivago ti consente di prenotare all’interno del portale ma con il booking engine di proprietà del tuo sito, perciò il cliente resta tuo, anche Tripadvisor è un metasearch, i servizi che offre sono Tripconnect, modello CPC, che consente di pubblicare le tariffe e le disponibilità con prenotazione sul sito e Istant Booking con commissione del 12-15% a prenotazione. E poi ancora Google con Hotel Price Ads e Google Adwords, previa valutazione del costo a click in base al n. di notti di un soggiorno medio nella struttura, al prezzo medio della camera e alla sua posizione. Diversamente da quanto si pensa, è più utile quando c’è un flusso di prenotazioni in crescita.

  10. La differenza la fai tu

    Non stiamo dicendo nulla di nuovo. Sono le persone a fare la differenza. Con la tua passione, la continua formazione e la professionalità puoi offrire il miglior servizio anche per la più piccola struttura. Investi tanto in te stesso e nel tuo personale.

Se hai bisogno di maggiore supporto per la promozione della tua struttura, puoi contattarci senza impegno!

Richiedi una Consulenza Gratuita per il tuo B&B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × tre =