Come l’Influencer Marketing può essere utile alla tua struttura?

Quella dell’influencer marketing è una figura presente ormai in ogni settore e in quello dei viaggi e del turismo, che riveste così tanto fascino, a maggior ragione.

Come può essere utile affidarsi alla figura dell’influencer marketing per chi ha una struttura ricettiva?

Innanzitutto il suo peso è dato dal coinvolgimento suscitato su un numero reale di follower, cioè di persone (e non bot!) che si fidano della sua autorevolezza in una materia specifica, capaci quindi di creare reali interazioni, like, follow sui canali social (tasso di engagement). Ben vengano, per questo motivo, i micro influencer che hanno un numero minore di follower, rispetto ad un influencer generalista, ma che son capaci di avere un grosso ascendente su questi e sono capaci di creare un forte interesse e fidelizzazione. Pertanto, più il blogger è specializzato su un determinato argomento, più alto sarà il tasso di coinvolgimento, migliori saranno le performance in termini di risultati (like, follow, vendite) su un determinato prodotto/servizio.

L’influencer marketing a cui rivolgersi è quello che parla della tua località/regione (travel influencer) o che è specializzato su un argomento che può essere d’interesse, per chi prenota nella tua struttura, per esempio, un food blogger, se organizzi dei laboratori di cucina durante i soggiorni, oppure un esperto in una determinata disciplina sportiva, se in struttura la si può praticare, ecc.

L’influencer marketing per il turismo, non solo può creare dei post sui propri profili social (Facebook, Instagram, Pinterest, ecc.) che riguardano una destinazione/struttura ricettiva, magari con immagini d’effetto e la condivisione di un’esperienza, utilizzando i giusti hashtag, ma attraverso il proprio blog, può pubblicare un articolo approfondito in cui presentare nei dettagli un luogo e rispondere a dei quesiti che possano riguardarlo, diventando materiale utile per chi, ad esempio, in quel momento sta cercando delle informazioni su quella destinazione o per chi, ancora indeciso sulla mèta, cerca spunti interessanti e si affida a delle figure di riferimento (gli influencer marketing per il turismo) per organizzare un viaggio.

Dopo aver individuato l’influencer marketing per il settore viaggi, più vicino al tuo tipo di target, potresti quindi invitarlo a stare in struttura, per vivere un’esperienza diretta per il tempo utile a creare il materiale da condividere su blog e social.

Nel breve periodo, l’attività di un travel influencer, per una destinazione/struttura turistica, può non dare risultati visibili, ma col tempo accresce in ogni caso la sua popolarità e reputazione.

Chi è il miglior influencer marketing per la tua struttura ricettiva?

La risposta sorprendente è che, il miglior influencer marketing della tua struttura, sei tu! Capace meglio di chiunque altro di trasmetterne i valori e i punti di forza, narrare la storia che c’è dietro alla sua nascita, svelarne le bellezze non visibili da subito. Quello che si apprezza è infatti l’autenticità e la spontaneità di quello che si condivide e ci sono dettagli, che possono sfuggire a chi non conosce bene il luogo, ma che sono preziosi per aiutare chi non è mai stato nel posto, a immergersi nella sua atmosfera e a desiderare di visitarla.

Per poter diventare il miglior influencer marketing per la tua struttura dovresti però avere un minimo di dimestichezza con le pagine social (Instagram, Facebook, Pinterest, ecc.) e produrre contenuti (foto e testi) che siano di qualità e che trasmettano la sua unicità e quelle esperienze irripetibili altrove. Perché non fare un corso base di fotografia? Dovresti, inoltre, saper utilizzare hashtag e tag in maniera appropriata e coinvolgere altri influencer e vip, per attrarre un pubblico interessato.

INSTAGRAM, profilo personale o profilo business?

Innanzitutto se sei su Instagram, devi fare distinzione tra profilo personale e profilo business. Se hai un profilo personale, puoi sempre trasformarlo in profilo business. Quest’ultimo ti permette di avere dati statistici sull’andamento del profilo e di ogni singolo post, strumenti utili nel caso di un piano editoriale. I follower e le interazioni dovranno crescere in maniera organica. Non acquistare i tuoi follower e non utilizzare bot! Saranno totalmente inutili, perché i follower non saranno realmente interessati a soggiornare da te e i bot sono automatismi facilmente individuabili. Anche con pochi follower, ma buoni, si possono ottenere delle buone conversioni. Guarda i profili business Instagram riusciti di altre strutture simili alla tua per capire come postare nel modo migliore (descrizioni, hashtag, tag, storie, geolocalizzazione).

Se non sai a quale influencer marketing rivolgerti per la tua struttura ricettiva o sei hai bisogno di consulenza per la gestione dei tuoi profili social, puoi contattarci, cliccando sul tasto sotto.

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 10 =